16
01

'13

0

Graph Search, un nuovo modo per trovare persone, foto, luoghi e altre cose su Facebook

Facebook ha presentato Graph Search, un nuovo modo per cercare persone, posti, foto e altre cose su Facebook.

Anziché mettersi a “indicizzare” il web, Facebook ha spostato la sua attenzione a facilitare la navigazione e la scoperta di contenuti all’interno del social network stesso. Allo stesso modo, anziché basare la ricerca su specifiche parole chiave, gli utenti potranno usare frasi naturali (come se stessero parlando) per trovare quello che stanno cercando, ad esempio “mie foto del 2006″, “amici di Verona a cui piace Super Mario” o ancora “ristoranti di Brescia consigliati dalle persone a cui piace Top Chef”. I risultati della ricerca cambieranno dinamicamente a seconda del tipo di utente e saranno personalizzati e mirati a seconda dei propri amici, delle cose che piacciono, delle proprie connessioni e in base a dove ci si trova. I risultati potranno poi essere ulteriormente filtrati mediante apposite opzioni.

Facebook ci tiene a sottolineare che Graph Search rispetta la privacy di tutti, mantenendo invariate le impostazioni e i permessi impostati dal social network stesso al momento della condivisione. Per esempio, se una persona di Brescia ha nascosto dove vive a chi non è suo amico, allora non comparirà in una ricerca tipo “persone che vivono a Brescia”. Attenzione però che nel momento in cui la visibilità di una data informazione o contenuto viene impostata su “Pubblica” allora potrà comparire nella ricerca di chiunque. Proprio per questo motivo Facebook inviterà ciascun utente a rivedere le proprie impostazioni della privacy prima del lancio completo di questo sistema di ricerca.

Graph Search è attualmente in fase beta, disponibile solo per un numero ristretto di utenti Statunitensi e solo su desktop. Graph Search ha già indicizzato persone, posti, foto e interessi, ma devono essere ancora aggiunte altre azioni presenti nell’Open Graph. Ma, ovviamente, ci vorranno anni per poter mappare tutto quello che c’è nella rete e, proprio per questo, Facebook continuerà ad appoggiarsi a Bing per offrire risultati dal web per tutte quelle cose non presenti in Graph Search.

Le pagine e le applicazioni possono ancora utilizzare i Risultati Sponsorizzati, che continueranno a comparire indipendentemente dal fatto che Graph Search sia (o meno) attivo per l’utente. Nessuna nuova ad unit è stata annunciata, e i risultati sponsorizzati dovranno essere targhetizzati secondo una specifica entità e non basandosi su query di ricerca variabili. Quindi, per esempio, il risultato sponsorizzato di una pagina dedicata a un film potrà apparire con la ricerca “Fight Club” ma non con “film che piacciono ai miei amici”.

Ecco un video che mostra un po’ questo Graph Search in funzione:

Categorie: Facebook

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>